Ipotesi di “Fondo taglia-tasse” del Governo Monti: operazione di propaganda.

29/02/2012 -


La figura riportata a lato è ripresa da internet: www.militant-blog.org


Commento pubblicato il 25 febbraio 2012 a margine dell’articolo su “Il Denaro” di venerdì 24 febbraio 2012, di seguito riportato.

Parlare di “fondo taglia-tasse” in presenza di un debito pubblico italiano di 1.900 miliardi di euro è pura follia e segno di ipocrisia smisurata. Significa considerare tutti gli italiani imbecilli, incapaci di discernere tra scelte fattibili e scelte irrazionali ed inconcludenti.
Il Governo Monti ha perso una grande, irripetibile occasione, quella di approvare un’imposta patrimoniale del tre/quattro per cento sui grandi patrimoni. Lo Stato italiano avrebbe incassato circa 200/250 miliardi di euro ed avrebbe dato una spallata significativa al suo (nostro) debito pubblico, con tutti i benefìci conseguenti per l’intera nazione.
Allora si, avrebbe potuto agevolare fiscalmente i cittadini a basso reddito, con i fatti, non con annunci propagandistici.
In tal caso si sarebbe visto all’opera un governo squisitamente tecnico, non succube di poteri forti e caste votate alla pura conservazione di privilegi, insomma un governo di alto profilo e bassa ipocrisia.

Sàntolo Cannavale




FTSEMIB

Grafico riportato dal sito web: www.investireoggi.it



_______________FTSEMIB

Grafico riportato dal sito web: blogspot.org



Decreto legge Semplificazioni oggi in Consiglio dei ministri
Priorità al fisco e sconto tasse


Misure per semplificare i rapporti tra contribuente e amministrazione ma anche nuove ‘armi’ per combattere l’evasione fiscale. È questo il menu del decreto fiscale in arrivo oggi al consiglio dei ministri.
Fari puntati anche sul fondo della lotta all’evasione che dovrebbe finanziare, a partire dal 2014, l’aumento delle detrazioni familiari per i cittadini a reddito basso.
Potrebbe arrivare all’ultimo momento anche la norma che prevede il pagamento dell’Imu (Imposta municipale unica) su tutti i locali dove si esercita l’attività commerciale; in questo modo verrà meno l’esenzione oggi riconosciuta alla Chiesa cattolica e a tutti gli enti non commerciali. Il tributo dovrebbe essere chiesto in base alla superficie effettivamente utilizzata per l’attività commerciale.

Redazione Il Denaro



Il mio commento è riportato altresì su:

-
Corriere della Sera - Corriere.it a margine dell’articolo: DL fiscale: il taglio delle tasse non ci sarà”, pubblicato il 24 febbraio 2012.

- MilanoFinanza.it a margine dell’articolo di Roberto Sommella:
”Decreto fiscale, Monti lascia la norma spia-evasori”, pubblicato il 25 febbraio 2012.



FTSEMIB






     
Invia quest'articolo




  Articoli
30/08/2014 - Inflazione e deflazione. E’ un bene o un male la “deflazione”?
28/08/2014 - Non solo debito pubblico. In alcuni Paesi euro il debito privato è oltre il 300% del Pil
28/08/2014 - "Revisione della spesa" (Spending review): "143 società partecipate in rosso nel 2012"
27/08/2014 - Rapporto Unimpresa: in mani estere il 40% delle società quotate italiane
15/08/2014 - Insistere sull’abbandono dell’euro in favore della lira vuol dire …
12/08/2014 - E’ mai possibile ed accettabile che …
31/07/2014 - Bond Argentina: che brutta storia!

  Area riservata
  User:   
  Pass:   
Google
design by World Solutions      
LINKS UTILI
    I miei primi dieci anni: 2003 - 2013
    Convegno "Economia 2012", 13 Marzo 2012
    la Repubblica
    ilsole24ore
    Il Mattino
    Il Denaro
    MilanoFinanza
STATISTICHE


Visitatori attuali: 3

Visitatori totali: 656694
NEWS-LETTER

Iscrivendoti alle Newsletter di Santolo Cannavale riceverai le ultime notizie di finanza e tanto altro ancora.

La registrazione è completamente gratuita, nulla ci è dovuto nè ora nè in futuro.